Typography – Tipografia – Tipográfia – Typographie – Typografie – Typografi – Τυπογραφία

Archivio del tag ‘giochi tipografici’

Una mostra di “caratteri” a Milano

questo post è ancora senza commenti! - lascia il tuo, grazie

Giovedì 6 novembre 2008 si inaugura, dalle ore 18:30 a Milano, da Hlam Design, la mostra di Marco Anello dal titolo “caratteri”.
Una mostra in cui Anello pone l’attenzione sul linguaggio. I segni, quei codici comunicativi che fanno parte del nostro mondo relazionale ed espressivo e che utilizziamo per riconoscere e farci riconoscere.


Il linguaggio fatto di segni, caratteri, che però diventano altro.
Forma, pura forma. E così il loro codice muta. Il segno non è più se stesso ma genera altro. E va a costruire, con un gioco di metafore, altri “caratteri” “tipi / types”.
La mostra contiene anche alcuni lavori che, sempre partendo dal codice, mostrano come l’autore cerchi di elaborare un suo “segno”.
Il tentativo di costruire un proprio linguaggio, fatto di segni dell’anima, quasi tribali, ancestrali, forse infantili e con l’intento della unicità.
La volontà, quindi, di poter comunicare se stesso, costruendo il proprio “alfabeto di segni”. Non è altro che il tentativo, di essere se stessi, di proporre la propria lingua, di comunicare al di là del codice comune, di superarlo.
Sono quindi esposti due tipi di intervento tra loro diversi da un punto di vista espressivo: uno che trae spunto dal “gioco” grafico e formale per raccontare altro da sè e l’altro che attraverso un gesto artistico cerca un valore linguistico personale che possa, liberato dal codice, generare una forma comunicativa priva di sovrastrutture; quella dell’anima.

In mostra da Hlam Design dal 6 novembre 2008 al 31 gennaio 2009.
Hlam Design – via Panfilo Castaldi, fronte civico 8 – Milano

Scritto da Giò

novembre 2nd, 2008 at 7:17

Typoquiz: peccato sia solo in tedesco

con 4 commenti - leggili e lascia anche il tuo, grazie


In Germania anche la tipometria è un gioco. Nel paese maggior produttore dei puzzle, gli studenti di progettazione grafica possono cimentarsi in questo gioco a quiz per provare a constatare il proprio bagaglio di conoscenze tipometriche e tipografiche.
Vengono posti quesiti sulla composizione dei testi, sulle classificazioni stilistiche, sulla storia delle scritture e sulle gabbie d’impaginazione. Si può giocare da soli o a squadre in modo da migliorare il proprio bagaglio culturale da principianti a professionisti della tipografia.

Le regole: il gioco consiste in 2 pacchetti di 55 carte Il gioco inizia mescolando le carte e rimettendole impilate con il titolo (la parte rossa) visibile. A questo punto i giocatori determinano chi inizia a giocare. Il prescelto prende la prima carta e chiede al relativo vicino, di risponde correttamente al primo quesito. Se l’interrogato risponde correttamente conquista la carta che andrà a costituire il suo punteggio (ogni domanda ha un valore diverso a seconda della difficoltà). Mentre se risponde scorrettamente, la carta viene rimessa ancora sotto il mucchio. In entrambi i casi sarà lui a porgere la domanda seguente ad un altro giocatore. Il gioco procede fino alla lettura di tutte le carte-domanda. Vince ovviamente chi ha risposto correttamente facendo il totale dei punti. Nel mazzo ci sono ben 15 Carte Bonus (B) e 3 Jolly (J), le prime portano i punti supplementari, se risposte correttamente, e permettono che di ricevere subito un’altra domanda; le seconde danno la possibilità di rispondere subito ad un’altra domanda se non si sa la precedente (la carta Jolly una volta utilizzata viene esclusa dal gioco).